.sm Regulations

Requirements & Information

CountrySan Marino
CodeSM
CurrencyUSD
Available TLDsRequirements
smNR

Additional Information

All kinds of companies can be registered according to the provisions described before. All operators who are not from San Marino must produce a document that certifies they are registered in their country. Note

INTRODUCTION
The document contains norms and it is integral to the Naming norms published on: http://www.intelcom.sm./Naming/

The Registration Authority (RA) manages and maintain the tree of the San Marino domain names: according to the level, that is directly under the Top Level Domain SM (nomedominio.SM).

Assignment, registration and management of these names are subject to regulations and procedures laid down by the Naming Authority of the Republic, represented by the Direzione delle Poste e Telecomunicazioni (Post and Telecommunications Office) (email: [email protected]).
Any dispute, problem or issue relating to the domain assignment and registration ".sm" is settled by the Direzione Generale delle Poste e Telecomunicazioni of the Republic of San Marino (email: [email protected]) or by the competent Segreteria di Stato alle Telecomunicazioni – State Secretary for Telecommunication..
Other texts and norms on available on the Internet site: http://www.intelcom.sm/Naming/



Main norms and adopted principles
(to be followed in the Domain assignment)

Main Criteria
The present rules contain the main norms and features which any domain name must comply with. The following rules and procedures constitute the base of the San Marino RA operations.

Enforced Principle
In general any San Marino or foreign registrant can ask for the assignment of a domain name on condition to comply with the following rules:

a) Reserved names
Some names are reserved, and as such are not assignable, or are assignable only to predetermined subjects

At second level (RFC822) and at level PRMD (ISO/IEC 10021):
names are not assignable, besides names in the State and N.A documents:

Names corresponding to personal names (Paolo, Franca, etc.)
Names corresponding to measure units (Km, Mhz, etc.)
Geographical names and acronyms existing in the Republic of San Marino, names and acronyms for Castles, Places or Streets
Trademarks, symbols, flags, logotypes and what assigned by rules and regulations
More over are reserved domain names and as such they can not be assigned to other registrants: all the names of San Marino institutions in general, San Marino Public Administration, State Independent companies, Institutions in general or domain name which can represent them (for ex: poste.sm) and anything reserved to rules and regulations.
b) Domain registration: Corporations, Private individuals, Associations and others
Domain names under the TLD SM can be assigned according to the FIFO criteria (First In - First Out), that is the registrant applying for a registration before the others, is granted the right to be satisfied first.

Corporations
Corporations can ask the RA to be assigned a maximum of 50 domains per year, with the exception of individual personal names (e.g. nomecognome.sm) thus avoiding possible concentrations, dominating positions and cybersquatting.

Private individuals
Private individuals, after exhibiting their personal identity papers, can ask the RA to be assigned and registered 1 domain name maximum.

Associations and others
Associations, clubs, committees, sport associations and any other body which does not belong to the above mentioned categories, can ask the RA to be assigned and register 1 domain name maximum.

c) Competence, dispute, controversies, claims
Any decision as for the disputes or controversies in the case of a domain name assignment with the TLD .sm, is only to be settled by the Direzione Generale delle Poste e Telecomunicazioni or better the Segreteria di Stato alle Telecomunicazioni. Possible controversies, claims or remarks are to be addressed to:

email: [email protected]
Address: Contrada Omerelli, n°17 - 47890 Republic of San Marino
Telephone: 0549 882555
Fax: 0549 992760.

Any controversy, dispute or claims is settled in arbitration by the Direzione Generale delle Poste e Telecomunicazioni according to standards existing in the Republic of San Marino. Competent Court is the Republic of San Marino Court.

d) Annulment of the assignment, Suspension, Cancellation, Withdrawal of the domain name
NA reserves itself the right to ask the RA to annul, cancel, suspend or withdraw the domain name assignment, previously registered under the TLD ".sm", to all the registrants failing to comply with:

Regulations in force in the Republic of San Marino
Procedures, norms and rules as well as criteria published in the document and in any NA document.
Names to be annulled in view of judicial sentence or arbitration decision
After a judicial sentence or arbitration decision
The non visibility/accessibility” for more than 3 years of the objects belonging to the assigned domain name. The verification of this missing visibility/accessibility shall be technically made by RA. In this case the domain name can not be reassigned to others within a month from the date of the annulment.
The domain name assignee which was previously registered under the TLD ".sm", will neither be refunded of expenses relating to the fees nor could ask for any compensation.

The domain annulment, by the assigning authority, is demanded if:
a) the company closed down
b) the company intends to change its domain name
c) the company gives up its domain name
d) the company is forced to do it by the NA
Any action to be enforced in view of the annulment of the domain name are:

The company sends a fax to RA informing about its intention to cancel and annul a domain. Such a statement is to be signed by the company legal representative as for e-mail and domain management problems (the admin-c on the registration form).
NA signals to RA the domain name to be cancelled.
RA, once received the fax: cancels the postmaster e-mail address from the [email protected] list if the company was the postmaster for such a domain only; it cancels the domain registration from the RIPE database and any associated entry person (if only referred to such a domain only); if necessary cancels any domain proxy on its nameserver;


Note: In case a), it is possible that the company does not inform RA that it closed down and as a consequence the RA can not enforce any annulment. The company ISP must then inform RA of such a situation.



In case c), annulment must be followed by the registration of a new domain

e) Other subjects and possible cases
For all the other non-identified subjects and cases which were not specified on the Naming Authority papers and documents, N.A. decision apply case by case.



The present Rules contain the norms for the assignment of domain names within the ccTLD "sm" (Republic of San Marino), both in compliance with the Internet Protocol Suite (IPS) standard and in compliance with the Open System Interconnection (OSI) standard.

The following Rules and the procedures which constitute the base of the Registration Authority (RA) operations are defined by the Naming Authority (NA).
The Registration Authority (RA) manages and maintain the tree of the San Marino domain names: according to the level, that is directly under the Top Level Domain SM (nomedominio.SM).

Assignment, registration and management of these names are subject to regulations and procedures laid down by the Naming Authority of the Republic, represented by the Direzione delle Poste e Telecomunicazioni (Post and Telecommunications Office) (email: [email protected]). Any dispute, problem or issue relating to the domain assignment and registration ".sm" is settled by the Direzione Generale delle Poste e Telecomunicazioni of the Republic of San Marino (email: [email protected]) or by the competent Segreteria di Stato alle Telecomunicazioni – State Secretary for Telecommunication..
Other texts and norms on available on the Internet site: http://www.intelcom.sm/Naming/

In particular please note that:

The registration procedure does not currently include the possibility of reserving or booking domain names under the TLD SM. Domain names can be assigned to companies, corporations and organisation in the Republic of San Marino and abroad in compliance with the laws and regulations in force
For this reason it is possible for a foreign company to have a domain name under the TLD SM.

At present tariffs for the registration of a domain name under the TLD SM are currently applied to the applicant, the client (the organisation to whom the domain will be assigned).

Registration tariffs can be consulted at:

http://www.intelcom.sm./Naming/tarif.htm

Regole di Naming per i Nomi a Dominio
della Repubblica di San Marino


(Versione 2003)

Scopo

Il presente Regolamento contiene le norme per l'assegnazione dei Nomi a Dominio all'interno del ccTLD "sm" (Repubblica di San Marino), per quel che riguarda sia gli standard Internet Protocol Suite (IPS) sia gli standard Open System Interconnection (OSI).

Il presente Regolamento e le procedure in base alle quali opera la Registration Authority (RA) sono definite dalla Naming Authority (NA).

La Registration Authority (RA) gestisce la registrazione dei nomi a dominio nell'albero dei nomi nella Repubblica di San Marino: di secondo livello, cioe` direttamente sotto il Top Level Domain SM (es: nomedominio.SM).

Per tali nomi l'assegnazione, la registrazione e la gestione sono soggette a norme e procedure stabilite dalla Naming Authority. Tutti i casi di controversie e problematiche relative alla assegnazione e registrazione dei domini ".sm" vengono risolte dalla Direzione Generale delle Poste e Telecomunicazioni della Repubblica di San Marino (email: [email protected]) ovvero dalla competente Segreteria di Stato alle Telecomunicazioni.
Il testo completo e` disponibile alla locazione Internet: http://www.intelcom.sm/Naming/

In particolare è utile notare che:

i nomi a dominio sotto il TLD SM non sono prenotabili. Nomi di domini possono essere assegnati sia a società, enti, organizzazioni sammarinesi che estere, nel rispetto delle vigenti leggi e normative. Per questo motivo è possibile che una società estera abbia un nome di dominio sotto il TLD SM.

Attualmente vengono applicate tariffe per registrare un nome di dominio sotto il TLD SM, a chi sottomette la richiesta, al cliente (l'organizzazione a cui verrà assegnato il dominio).

Le tariffe di registrazione sono visibili all'indirizzo internet:

http://www.intelcom.sm/Naming/tarif.htm

Premessa
Questo documento si occupa delle procedure di registrazione dei Nomi a Dominio in San Marino, sia per quel che riguarda gli standard OSI sia per gli standard Internet Protocol Suite. Di conseguenza si assume che il lettore abbia familiarità con i principali concetti e termini presenti nei documenti a cui si fa riferimento. I lettori che non abbiano questa familiarità possono trovare utile la lettura del Tutorial presente al termine di questo documento.

Questo documento tocca i seguenti punti:

La necessità di una registrazione
Regolamento per la Assegnazione di un Nome a Domini
La Gerarchia Organizzazionale
Procedure di Registrazione
Tutorial
La necessità di una Registrazione
Questa sezione descrive le motivazioni per le quali si rende necessaria la presenza di una "Registrazione" e delle relative strutture organizzative per potere operare nel modo corretto alcuni dei servizi telematici e/o a valore aggiunto previsti sia dagli standard OSI che dagli standard IPS (Internet Protocol Suite).

A.1 La Registration Authority
La Registration Authority (RA Sammarinese) è rappresentata da Intelcom San Marino Spa. La gestione dei registri operativi è un compito che viene affidato alla Registration Authority (RA Sammarinese). Le modalità operative generali della RA sono soggette alla specifica ISO 6523. Le norme ("Regolamento") in base alle quali la RA opera sono contenute nella sezione B di questo documento e vengono definite dalla Naming Authority (NA Sammarinese) che è rappresentata dalla Direzione Generale delle Poste e Telecomunicazioni della Repubblica di San Marino (email: [email protected]) (paragrafo A.2).

E' importante sottolineare come sia anche necessario che la RA Sammarinese sia costituita da una entità unica, cioè che tutte le registrazioni vengano effettuate dallo stesso staff. E' infatti necessario garantire una applicazione uniforme del Regolamento e una Qualità di Servizio costante.

La RA Sammarinese è responsabile per l'assegnazione di nomi a dominio all'interno del country code "SM" (ISO 3166). In particolare è responsabile dell'assegnaziione di:

nomi a dominio secondo lo standard ISO/IEC 10021;
nomi a dominio secondo gli standard IPS RFC822, RFC1034, RFC1035;
regole di traduzione tra lo standard ISO/IEC 10021 e IPS RFC822 secondo lo standard IPS MIXER
"relative distinguished names" secondo lo standard ITU X.500.
La registrazione di altri oggetti richiesti dagli standard ISO e IPS quali i "body part types" è da effettuare a livello internazionale, per cui esula dall'ambito operativo della RA Sammarinese. Queste problematiche, di conseguenza, non vengono trattate in questo documento.

A.2 La Naming Authority Sammarinese
La Naming Authority Sammarinese (NA Sammarinese) è rappresentata dalla Direzione Generale delle Poste e Telecomunicazioni della Repubblica di San Marino (email: [email protected]). La definizione del Regolamento e delle procedure operative su cui si basa il lavoro della RA Sammarinese è compito della Naming Authority Sammarinese. La NA Sammarinese è responsabile della definizione di questo documento e delle sue eventuali modifiche.

La NA Sammarinese è una entità distinta dalla RA Sammarinese, in quanto essa ha compiti normativi ben distinti dai compiti operativi dalla RA Sammarinese.

A.3 Obbligatorietà della registrazione
Per tutti i nomi a domino collocati direttamente sotto al ccTLD "sm" e' obbligatoria la registrazione presso la RA.
La registrazione secondo criteri che distribuiscano razionalmente la gerarchia dell'albero dei nomi è necessaria in modo da assicurare la scalabilità della struttura. Va infatti prevista una struttura contenente un grande numero di registrazioni.
Il criterio utilizzato per la classificazione delle entità e la loro distribuzione all'interno dell'albero dei nomi è oggettivo, facilmente applicabile ed è basato sulla natura istituzionale delle entità.
La collocazione nell'albero dei nomi a dominio non è correlata, nè implica alcun significato, alla importanza della entità stessa, nonchè alla disponibilità dei suoi servizi (ogni entità che utilizzi una rete telematica rende infatti implicitamente disponibili i propri servizi a livello nazionale e internazionale).

Regolamento per la Assegnazione di un Nome a Dominio
Questo regolamento descrive le direttive fondamentali da seguire per la definizione di un nome a dominio sia in formato RFC822 che in formato ISO/IEC 10021 all'interno dello spazio dei nomi sammarinesi:

top level domain ".sm" (RFC822)
country code "C=SM" (ISO/IEC 10021)
La verifica della rispondenza delle richieste di registrazione a tali direttive è affidata alla RA Sammarinese per i nomi a domini. La RA Sammarinese ha la facoltà di richiedere l'intervento della Direzione Generale delle Poste e Telecomunicazioni in tutti i casi di contestazione o ambiguità.

Criteri Generali
Questa sezione descrive i principi fondamentali e le caratteristiche a cui i nomi a dominio devono rispondere. Si tratta di direttive generali la cui applicazione e verifica è compito della RA Sammarinese.

Principi adottati
I nomi a dominio hanno la sola funzione di identificare univocamente gruppi di oggetti (servizi, macchine, caselle postali, etc) presenti sulla rete.
In linea generale qualunque entità Sammarinese o estera, può richiedere l'assegnazione di un nome a dominio purchè vengano rispettati i principi indicati nei documenti esposti.

B.0.1 Norme
Assegnazione di un nome a dominio
La procedura di assegnazione di un nome a dominio si conclude quando avviene il suo caricamento nel database della RA. Tale caricamento viene effettuato solo se:

e' pervenuta alla RA la documentazione richiesta completa e corretta in tutte le sue parti ed e' stata verificata la effettiva funzionalita', cioe':
la corretta operativita' dei nameserver autoritativi del nome a dominio e la raggiungibilita' dell'indirizzo "postmaster" per il nome a dominio nel caso IPS e ISO/IEC 10021;
la corretta operativita' e la raggiungibilita' del DSA nel caso ITU X.500
Nomi riservati
Sono considerati nomi riservati, e come tali non assegnabili a singole organizzazioni

a livello due (RFC822) ed a livello PRMD (ISO/IEC 10021):
sono considerati nomi riservati, oltre a quelli indicati nei documenti dello Stato e della N.A.:

i nomi propri di persona (Paolo, Franca, ecc)
tutte le unità di misura (Km, Mhz, ecc)
i nomi geografici e le sigle della Repubblica di San Marino, nomi e sigle dei Castelli, delle Località delle Vie e Strade
i marchi, simboli, bandiere, logotipi e quanto riservato per legge e regolamenti
sono considerati nomi riservati, e come tali non assegnabili ad altre organizzazioni: tutti i nomi delle Istituzioni sammarinesi in genere, della Pubblica Amministrazione sammarinese, delle Aziende Autonome di Stato, Istituzioni in genere o nomi a dominio in grado di rappresentarli (per es: poste.sm) e quanto riservato per regolamenti e leggi.
Registrazione domini: Persone Giuridiche, Persone Fisiche, Associazioni ed altri
La registrazione dei domini sotto il TLD SM è basata sul criterio FIFO (First In - First Out), ovvero il richiedente che sottopone la propria registrazione prima di altri, ottiene il diritto di essere soddisfatto per primo in ordine cronologico.

Persone Giuridiche
Le persone giuridiche possono richiedere alla RA la registrazione di massimo n°50 domini all'anno ad esclusione dei nomi di persone fisiche (ad es. nomecognome.sm) evitando, quindi, eventuali concentrazioni, posizioni dominanti e cybersquatting.

Persone Fisiche
Le persone fisiche possono, previa presentazione di documento d'identità, richiedere alla RA la registrazione di massimo 1 nome a dominio.

Associazioni ed altri
Le associazioni, i circoli, i comitati, le società sportive e tutte quelle entità non rientranti nelle categorie sopra indicate, possono richiedere alla RA la registrazione di massimo 1 nome a dominio.

Competenza, controversie, contestazioni, reclami
Tutte le decisioni in merito a controversie derivanti dal rilascio di un nome a dominio sotto il TLD .sm, spettano esclusivamente all Direzione Generale delle Poste e Telecomunicazioni, ovvero alla Segreteria di Stato alle Telecomunicazioni. Eventuali controversie, contestazioni e reclami vanno inoltrati a:

email: [email protected]
Indirizzo: Contrada Omerelli, n°17 - 47890 Repubblica di San Marino
Telefono: 0549 882555
Fax: 0549 992760.

Eventuali controversie, contestazioni e reclami verranno risolte secondo un eventuale arbitrato proposto alle parti, dalla Direzione Generale delle Poste e Telecomunicazioni, secondo le vigenti normative nella Repubblica di San Marino. Il foro competente è quello della Repubblica di San Marino.

Trasferimento e modifica di un nome a dominio assegnato
Un nome a dominio puo' essere trasferito per accordo delle parti, per successione a titolo particolare od universale, o ad esito di una procedura di riassegnazione condotta ai sensi di legge o per provvedimento arbitrale, o per sentenza passata in giudicato. E' comunque vietato l'accaparramento ed il cybersquatting dei nomi a dominio.

Un nome a dominio sospeso oppure contestato non puo' essere trasferito se non a chi lo ha sottoposto a contestazione. Una volta cessato lo stato di contestazione il nome a dominio può nuovamente essere trasferito dall'assegnatario a chiunque.

Salvi i casi di successione a titolo universale o particolare, una richiesta di modifica di un nome a dominio assegnato, compreso il cambiamento di posizione all'interno dell'albero dei nomi a dominio, è considerata a tutti gli effetti come una cancellazione del nome a dominio precedentemente assegnato unita ad una nuova richiesta di un nome a dominio.

Revoca, Spospensione, Cancellazione, Ritiro del nome a dominio
La NA si riserva di chiedere alla RA immediata Revoca, Sospensione, Ritiro, Cessazione d'uso di un nome a dominio precedentemente registrato sotto il TLD ".sm", a tutti gli assegnatari che non abbiano rispettato:

le leggi della Repubblica di San Marino
le procedure, i principi, le regole, i criteri pubblicati nel presente documento e nei documenti della NA.
quelli sottoposti ad arbitrato o procedure d'autorità
a fronte di sentenza passata in giudicato o decisione arbitrale
"visibilita'/raggiungibilita'" degli oggetti appartenenti al nome a dominio assegnato per piu' di tre mesi. La verifica di questa mancanza di visibilita'/raggiungibilita' deve essere effettuata tecnicamente a cura della RA. In tal caso il nome a dominio non puo' venire riassegnato in uso ad altri prima di un mese dalla data della revoca.
L'assegnatario del nome a dominio precedentemente registrato sotto il TLD ".sm", non otterrà alcun rimborso circa i canoni previsti, nè potrà richiedere alcun risarcimento.

B.0.2 Coerenza Strutturale
Il naming interno prescelto da una entità può seguire un qualsiasi criterio definito dalla entità stessa. Si suggerisce tuttavia di utilizzare una struttura di nomi che segua il più possibile la struttura organizzativa e/o amministrativa della entità stessa. La RA Sammarinese non interviene comunque nelle decisioni interne di naming delle entità che registrano un nome a dominio.

B.0.3.2 Nomi Riservati di Rete
Sono considerati nomi riservati, e come tali non assegnabili per singole organizzazioni a livello due o comunque al di sotto di un ramo interamente geografico, alcuni nomi e relative sigle ufficiali di servizi o protocolli di rete. L'elenco parziale è riportato di seguito:

decnet dns dsa e-mail finger ftam ftp gopher internet mail mime news nic nis noc osi ping pop ppp rlogin slip smtp sna talk tcpip telnet uucp wais whois www x25 x400 x42d x500

Tali nomi sono spesso utilizzati per indicare degli oggetti di rete che forniscono i relativi servizi di cui portano il nome, e pertanto possono indurre in errore se utilizzati in modo differente.

Sono considerati nomi riservati, e come tali non assegnabili per singole organizzazioni a livello due o comunque al di sotto di un ramo interamente geografico i nomi dei pseudo-top level domain a 2, 3 e 4 lettere:

edu; com; int; gov; net; mil; org; it; fr; uk; biz; info; web; shop; firm; arts; rec; nom; ecc.

Tali nomi infatti, non in uso all'interno del top level domain ".sm" e "C=sm", possono indurre confusione per il loro uso come nomi di categoria tipologica in altri paesi. Tali nomi sono da considerare riservati a tutti gli effetti.

B.0.3.3 Nomi Riservati di Pubblica Amministrazione
Vedi par.Nomi riservati

B.0.4 Nomi non ufficiali o pregressi, prenotazioni
Non è possibile considerare con pre-riservati i nomi a domini assegnati in modo indiretto (esempio i domini visibili solo tramite source routing). Tali domini devono sottostare l'intero processo di registrazione ed accettazione senza nessuna prerogativa aggiuntiva rispetto alle richieste di registrazione totalmente nuove.

I sottodomini assegnati (ad esempio all'interno del dominio di un provider o di un qualsiasi altro dominio di livello a loro superiore) che desiderino cambiare la propria registrazione, occorrendone le condizioni, ad un livello superiore nell'albero dei nomi, non possono considerare come pre-riservato il nome che essi avevano. Un esempio: ACME.ditta.sm non può esigere che venga considerato pre-assegnato a lui il dominio ACME.sm. La richiesta di cambiamento sarà soggetta allo stesso iter attuato per le richieste di nuovi domini. Per quanto detto precedentemente risulta che la collocazione di un nome a dominio di una entità all'interno dello spazio dei nomi di un'altra entità (ad esempio di un provider) può comportare la necessità di cambiare completamente il proprio schema di naming in caso di richiesta di un proprio nome a dominio autonomo.

Un nome a dominio non è "prenotabile", per nessun motivo. Un nome verrà assegnato in uso solo quando esso viene effettivamente utilizzato per un servizio funzionante. E' compito della RA Sammarinese verificare la effettiva funzionalità del nome assegnato.

B.0.5 Migrazioni e/o periodi transitori
Ogni qualvolta si renda necessario, per un motivo indipendente dalla volontà della entità depositaria di una registrazione (compreso il caso di contestazione perduta da parte del contestato) la sostituzione del nome a dominio assegnato, la RA Sammarinese deve assicurare il mantenimento in vita del vecchio nome registrato per un periodo di almeno 4 mesi di calendario (a meno che vi sia una esplicita richiesta contraria da parte della entità assegnataria del nome stesso).

B.0.6 Utilizzazione del nome a dominio
Un nome a dominio viene assegnato in uso dalla RA Sammarinese alla entità richiedente. Tale nome a dominio non è pertanto mai ceduto in proprietà, nè su tale nome la entità assegnataria potrà vantare diritti commerciali o di proprieta.

Il nome a dominio resta comunque una entità distinta dai nomi registrati o depositati.

Il nome a dominio costituisce una entità per identificare univocamente dei gruppi di oggetti (servizi, macchine, caselle postali, etc...) presenti sulla rete, descrivendo in modo il più possibile intuitivo la natura e/o la collocazione degli oggetti di rete stessi. Il nome a dominio non costituisce alcuna indicazione della importanza, globalità o disponibilità dei servizi o delle entità che esso identifica.

NOTA: in altri termini, "un nome a dominio è un nome a dominio e nulla altro". Ogni ulteriore attribuzione di significato ad un nome a domini è questione al di fuori delle competenze della RA Sammarinese, che si limiterà a segnalare i possibili casi di ambiguità.

B.0.7. Alcuni esempi
Una società di nome ACME SpA organizzata nei dipartimenti "vendite", "ricerca", "magazzino", "pubbliche-relazioni" che ha i requisiti per richiedere una registrazione, può richiedere la registrazione del nome a dominio

ACME.sm

A ciascuno dei propri dipartimenti essa potrà assegnare indipendentemente dei sottodomini di ACME.sm, ad esempio

Sales.ACME.sm
Research.ACME.sm
Store.ACME.sm
PR.ACME.sm

Per tali sottodomini non è obbligatoria la registrazione presso la RA Sammarinese, è comunque tuttavia possibile effettuare la registrazione presso al RA Sammarinese di tali sottodomini interni per ragioni informative.

B.0.8 Obbligatorietà della registrazione
Per tutti i domini collocati al di sotto del top level ".sm" è obbligatoria la registrazione presso la RA Sammarinese.

Non si può richiedere la registrazione di un sottodominio interno senza che sia stato preventivamente registrato il dominio padre.

B.0.10 Registrazione di Marchi e Nomi Registrati
Non rientra nei compiti dalla RA Sammarinese stabilire il diritto all'uso di un marchio o di un nome registrato all'interno di un nome a domini. Tenendo conto delle natura differente ed autonoma di un nome a dominio (come specificato nel paragrafo B.0.6) rispetto ad ogni altro oggetto, sarà compito della entità richiedente il nome a dominio accertarsi del diritto all'uso in campi differenti del marchio o nome registrato stessi.

B.1 Classificazione delle entità che richiedono un nome a domini
Questo paragrafo descrive la differenti entità che possono richiedere la registrazione di un nome a dominio alla RA Sammarinese.

B.1.1 Pubbliche Amministrazioni
Appartengono a questa categoria tutti gli Enti, Istituzioni, etc. costituiti per Legge o Decreto della Repubblica di San Marino.

B.1.2 persone giuridiche, società, ditte individuali, liberi professionisti, ecc.
Tutte le persone giuridiche e società di qualsiasi genere possono venire registrate con i criteri indicati.

NOTA: Se viene registrata la ragione sociale completa di una società o entità commerciale (SpA, Srl, Snc, etc...) come parte di un nome a domini è consigliato l'utilizzo di un trattino tra nome vero e proprio e tipologia societaria:

ACME SpA ---> ACME-SpA.sm

Infatti i nomi a domini NON sono case sensitive, per cui altre soluzioni renderebbero difficilmente distinguibile il nome stesso dalla tipologia societaria.

B.1.3 Associazioni
Appartengono a questa categoria tutte la associazioni, comitati, circoli, etc.

B.1.4 Persone Fisiche
Appartengono alla categoria tutti i singoli individui, indipendentemente dalla nazionalità e dallo Stato di residenza. Essi possono richiedere la registrazione di 1 solo nome a dominio.
Le modalità di registrazione per i servizi di posta elettronica dei singoli individui ed il loro naming sono determinate dal provider che fornisce loro il servizio di rete (singola mailbox ecc).

La Gerarchia Organizzazionale
Sotto il top level domain di San Marino (".sm" o "C=SM") è ammesso solo un tipo di struttura di naming:

organizzazionale;
Se il primo elemento al di sotto del top level domain è un nome assegnato ad una entità specifica si parlerà di gerarchia organizzazionale.

C.1 La Gerarchia Organizzazionale
La gerarchia organizzazionale è costituita da tutti quegli elementi costituenti un nome a dominio che seguono nei livelli successivi (ed includono) l'elemento che identifica l'entità assegnataria del nome a dominio. Nella gerarchia organizzazionale propriamente detta, tale elemento identificativo è collocato al di sotto del top level domain.

La gerarchia organizzazionale si basa sulla struttura organizzativa interna della entità assegnataria del nome a dominio, o su dei criteri arbitrari stabiliti dalla entità stessa. Di conseguenza riporteremo solo alcuni degli esempi più comuni di organizzazione gerarchica organizzazionale interna, quale possibile suggerimento indicativo.

C.1.1 Organizzazione per dipartimenti/settori
Uno dei metodi più seguiti per la gerarchia organizzazionale interna è la suddivisione nei livelli successivi in base ai dipartimenti, settori, unità operative, etc. in cui è strutturata la entità stessa. Un esempio:

Sales.ACME.sm O=Sales; PRMD=ACME; ADMD=xyz; C=sm;
Marketing.ACME.sm O=Marketing; PRMD=ACME; ADMD=xyz; C=sm;
Development.ACME.sm O=Development; PRMD=ACME; ADMD=xyz; C=sm;

Procedure di Registrazione
Le procedure e la modulistica per la registrazione sono reperibili all'indirizzo internet:

http://www.intelcom.sm/Naming/

Tutorial sulla Registrazione dei nomi
NOTA. Questa appendice è di carattere informativo, e non fa parte delle regole e delle procedure.

E.1 Introduzione
E.1.1 Che cosa significa 'nome a dominio'?
Gli oggetti di vario tipo che sono presenti sulle reti di telecomunicazioni possono essere identificati, oltre che con un indirizzo di tipo numerico, anche con un proprio "nome", di uso spesso più intuitivo. Quando il numero di nomi da assegnare è particolarmente grande, come appunto nel caso degli oggetti presenti sulle reti, assegnare nomi senza una qualche logica strutturale può rivelarsi un compito impossibile, con il rischio di rendere del tutto inutile il vantaggio dell'uso dei nomi.

La presenza di strutture organizzate di qualsiasi tipo nell'ambiente in cui gli oggetti devono ricevere un nome aiuta a risolvere il problema; infatti si può introdurre il concetto di "dominio", ovverosia della "zona di giurisdizione" su un certo insieme di oggetti. Esistono già applicati in altri settori almeno due tipi di "zone di giurisdizione" il cui uso è molto intuitivo: la "geografia politica" (che suddivide la superficie terrestre in stati, regioni, comuni, ...) e la "gerarchia organizzazionale" (che suddivide una organizzazione in dipartimenti, settori, uffici, ...).

Ognuna di queste entità può essere genericamente definita un "dominio", e come si vede subito, un dominio può a sua volta contenere al proprio interno altri domini (le regioni sono contenute dentro gli stati, ed a loro volta contengono le province, un dipartimento è contenuto in una organizzazione e contiene al suo interno i diversi uffici).

Un "nome a dominio" è un nome che riflette al suo interno una organizzazione gerarchica di qualche tipo. In altri termini un nome a dominio è un nome composto da vari elementi, ognuno dei quali identifica una parte della gerarchia, legati tra di loro secondo uno schema di collocazione che identifica le relazioni interne tra i vari elementi.

Come in tutte le gerarchie, i nomi a dominio avranno una "origine", ovverosia un punto comune nello schema di definizione (detto anche "radice" se si rappresenta graficamente lo spazio dei nomi in forma di albero), ed una convenzione di scrittura (destra - sinistra, etichette, alto - basso) per rappresentare ortograficamente l'albero gerarchico:

(radice)
|
+---------+---------+
| | |
us sm top2
|
+-----------+-----------+------------+-----------+
| | | | |
abc xxx xyz test01 wx
| |
+----------+----------+ +----+----------+
| | | | |
dept1 mbxpriv acme host2 pluto

I due schemi di nomi a dominio previsti dai due sistemi di standard internazionali, Internet Protocol Suite (IPS) e Open System Interconnection (OSI) rappresentano un simile albero di nomi a dominino secondo due tecniche differenti:

E.1.2 Che cosa significa 'Registrazione'?
Come abbiamo visto, sia lo standard IPS che quello OSI richiedono di identificare con un nome oggetti di vario genere presenti sulla rete. Dal momento che l'insieme delle reti di telecomunicazioni si espandono e si interconnettono tra di loro completamente, ne consegue che per poter essere applicabili, gli standard internazionali richiedono che tali nomi a dominio siano unici a livello mondiale.

E' da questa esigenza di unicità nello spazio dei nomi che nasce la necessità di una "registrazione". In particolare vi sono tre esigenze principali.

In primo luogo, i sistemi di messaggistica elettronica richiedono di identificare mittenti e destinatari dei messaggi. Gli "indirizzi" devono essere unici a livello globale, in modo che gli utenti siano identificabili in modo non ambiguo anche quando i singoli sistemi di messaggistica vengono interconnessi tra loro per formare un sistema universale di posta elettronica. Nel sistema IPS questi indirizzi si chiamano "indirizzi RFC822", mentre in quello OSI di chiamano "O/R addresses".

Una ulteriore esigenza è che tali indirizzi siano "strutturati" per facilitare l'instradamento dei messaggi. Infine i due sistemi di indirizzi devono essere traducibili con corrispondenza biunivoca tra i due sistemi di indirizzi, da cui la necessità di registrare e diffondere le relative "regole di traduzione" (mapping rules).

In secondo luogo, è necessario che un processo applicativo coinvolto in un sistema sia in grado di identificare l'altro processo applicativo con cui deve comunicare. Questa identificazione è fornita dal "application-process-title", e questo deve essere unico e non ambiguo. Un esempio in questo caso: il nome di un processo di ricerca in un servizio di Directory o di pagine WEB.

In terzo luogo, è necessario che i protocolli a livello applicativo e quelli a livello di presentazione si trasferiscano certe informazioni in modo corretto per poter funzionare, ed è necessario che i sistemi coinvolti nello scambio accedano all'oggetto da trattare in modo non ambiguo. Ad esempio in una operazione di file transfer è necessario identificare in modo unico e completo il file da trasferire.

"Registrazione" è quindi il termine usato per indicare l'assegnazione in modo unico di un oggetto come un indirizzo di posta elettronica, il nome non ambiguo di un "information object" (intendendo con questo l'insieme di processi applicativi, entità applicative, specifiche di documenti/files, definizione di classi di oggetti, ...) e la sua "scrittura" in un registro dei nomi assegnati.

Le procedure di registrazione specificano poi come questo processo di assegnazione e registrazione viene svolto, ed in particolare come i nomi a dominio vengono generati in modo non ambiguo per l'assegnazione.

Le "regole di naming" sono poi l'algoritmo che specifica i criteri da seguire nella assegnazione dei nomi a dominio.

E.1.3 Procedure per la registrazione
Come si puo facilmente immaginare, vista la scala del problema e la natura stessa del problema (specialmente nel caso degli indirizzi di posta elettronica), stabilire una singola Authority internazionale per la registrazione è quantomeno impraticabile. Di conseguenza, sia nel sistema IPS che OSI, è presente il concetto fondamentale di "delega di autorità" per le registrazioni, a partire dal livello internazionale, a seguire sino a livelli più maneggiabili all'interno della singola unità operativa. Le procedure internazionali prevedono pertanto anche il metodo da seguire per la delegazione quando questo sia appropriato.

Le specifiche dei sistemi di messaggistica sono definite nei documenti ISO/IEC 10021-1 / ITU Recommendation X.400 per OSI, DRUMS (RFC821, RFC822, MIME) per IPS e MIXER per la creazione del sistema globale di messaggistica.

Questi standard lasciano un certo insieme di decisioni organizzative e sui nomi a livello nazionale. Questo documento specifica lo schema dei nomi e le procedure valide per i sistemi di messaggistica in San Marino, mentre un ulteriore documento specifica le scelte sammarinesi per ISO/IEC 10021.

Anche gli altri standard internazionali sia IPS che OSI che richiedono delle scelte a livello nazionale sono trattati in questo documento.

E.2 Lo schema dei nomi per la messaggistica (ISO/IEC 10021 X.400 e RFC822)
E.2.1 Indirizzi di posta elettronica
Come già detto, i sistemi di messaggistica elettronica conformi agli standard IPS e OSI richiedono che l'indirizzo di posta elettronica sia globalmente unico. Inoltre l'indirizzo deve essere strutturato per facilitare l'instradamento dei messaggi.

Per ottenere questi due obiettivi, gli indirizzi devono essere composti da una serie di attributi organizzati all'interno di un sistema gerarchico.

Il primo livello della gerarchia è chiamato "top level domain". Sia nel caso IPS che in quello OSI esso è costituito dal codice ISO a due lettere che identifica il paese. Inoltre nel caso IPS esistono alcuni altri domini a tre lettere subito al di sotto della radice: tali top level domain sono rimasti in uso per motivi tradizionali, prima della vera estensione dei servizi Internet a livello mondiale, ed il loro uso o abolizione è oggetto di discussione al momento della scrittura del presente documento.

Ogni paese è quindi responsabile al proprio interno della definizione della gerarchia interna dello spazio dei nomi, al di sotto del proprio country code ISO 3166. Per San Marino tale codice è "SM".

Al di sotto del country code il sistema OSI prevede un "Administration Domain Name" (abbreviato in "ADMD name"). Il requisito minimo della specifica ISO/IEC 10021 per OSI è la presenza di una Registration Authority che assicuri che i nomi degli ADMD siano unici a livello nazionale. La Registration Authority nazionale può poi delegare la gestione dello spazio dei nomi all'interno di ogni ADMD ad altri gestori, ad esempio agli ADMD stessi. Tuttavia in alcuni paesi (e tra questi l'Italia) richiedono che anche i "Private domain name" (PRMD name) siano unici a livello nazionale, e/o anche gli "Organization name" nel caso in cui il campo PRMD non sia presente.

Nel caso degli indirizzi di tipo IPS (RFC822) invece gli standard prevedono che il nome a livello 2 sia unico a livello nazionale, e nel caso che esista una gerarchia geografica a livello inferiore (come in Italia) è anche necessario che i nomi al di sotto di un identificativo geografico siano unici a livello nazionale. Anche in questo caso è possibile la delega della gestione dello spazio dei nomi al di sotto di questi livelli unici ad organizzazioni diverse dalla Registration Authority nazionale.

Inoltre le regole di traduzione (mapping) tra i due sistemi di indirizzi devono produrre indirizzi "validi", e di conseguenza unici, in entrambi i sistemi di indirizzamento, e di conseguenza devono venire registrate.

A causa delle loro natura gli indirizzi possono a volte essere "non user friendly" oppure cambiare con il tempo. Per risolvere il problema gli indirizzi di posta elettronica possono venire spesso sostituiti da delle entry in servizi di directory. Tuttavia anche i servizi di directory sono soggetti agli stessi problemi di naming dei nomi a dominio.

E.2.2 Global Domain Identifiers e Object Identifiers
Oltre ad identificare in modo univoco gli utenti dei servizi di messaggistica, vi è anche la necessità di identificare dei sistemi completi sia nei protocolli IPS che OSI, soprattutto per assegnare degli identificativi unici ai messaggi, per etichettare gli oggetti di rete ed ogniqualvolta si renda necessario assegnare un nome globalmente unico. Nel caso OSI di parla di "Global Domain Identifiers" mentre nel caso IPS si parla di "Object Identifier" (Message-id, Trace-id, Uniform Resource Locator, Uniform Resource Name, ...). Un "Global Domain Identifier" contiene un country name, un ADMD name e facoltativamente anche un PRMD name. Un "Object Identifier" contiene di solito un nome a dominio completamente qualificato, a partire dal country code sino al livello necessario per raggiungere l'univocità. Vista la similitudine del problema, si adottano gli stessi criteri e regole che vengono utilizzate nella assegnazione dei nomi per i sistemi di messaggistica.

E.3 Servizi di Directory, File Transfer, World Wide Web
Anche i principali altri servizi IPS e OSI richiedono l'assegnazione di nomi a domini univoci a livello globale. In questi casi, anzichè della identificazione univoca di un indirizzo di posta elettronica, si parla della identificazione di un oggetto in una Directory, di un file su un certo calcolatore, di una pagina WEB su un certo sistema, ecc ...

In tutti questi casi si possono però facilmente adottare le stesse considerazione fatte per gli indirizzi di posta elettronica, e solo la specifica sintassi differisce nei vari casi.

E.4 Un nome a dominio per la propria organizzazione?
Quando si desidera essenzialmente accedere ai servizi di rete si viene posti di fronte ad una scelta iniziale essenziale: registrare un proprio nome a domini che identifichi l'organizzazione nello spazio dei nomi in modo univoco, oppure inserire il proprio accesso alla rete attraverso il nome a dominio di un fornitore di servizi di rete.

Registrare invece un proprio nome a dominio richiede perlomeno la capacità tecnica di mantenere attivo un proprio servizio di "Name Service", ed alcuni indirizzi di posta elettronica di servizio.

Uno degli svantaggi da tenere presente quando si sceglie di registrare un proprio nome a dominio è la possibilità di contestazione. Infatti, chi richiede un proprio nome a dominio deve autonomamente accertarsi che il nome richiesto sia disponibile, e che esso non possa creare ambiguità o possibili contestazioni da parte di altre entità. I nomi a dominio infatti non sono soggetti alla regolamentazione dei "marchi registrati", in quanto sono oggetti diversi da questi, ma è perfettamente ammissibile che una entità possa vedersi contestato il nome scelto per motivi che esulano dai requisiti tecnici e amministrativi specificati da questo documento.

La scelta adottata nella Repubblica di San Marino, è quella di favorire la crescita e l'espansione dei servizi Internet. In questa ottica ed in particolare per ottenere l'assegnazione di un nome a dominio, il criterio adottato è basato sul criterio FIFO (First In - First Out), ovvero il richiedente che sottopone la propria registrazione prima di altri, ottiene il diritto di essere soddisfatto per primo in ordine cronologico.

E.4.1 Confini nazionali ed organizzazioni multinazionali
I nomi a domini, sia che identifichino indirizzi di posta elettronica, sia indichino uno qualsiasi degli altri oggetti presenti sulla rete, non hanno alcuna relazione diretta con i corrispondenti indirizzi fisici numerici utilizzati sulla reti. Di conseguenza la topologia fisica dei nomi a domini risulta completamente slegata dalla struttura fisica delle reti di trasmissione dati. Il tentativo di localizzare in base ad un nome a dominio l'effettiva collocazione sulla rete di un utente, di un file o di una pagina WEB è pertanto privo di senso.

Fatta questa premessa, si vede che anche il problema della organizzazioni multinazionali va rivisto in una ottica diversa. Un country code assegnato ad un nome a dominio può corrispondere quindi ad un oggetto che si trova geograficamente in un paese del tutto diverso.

Ci possono tuttavia essere specifiche ragioni di efficienza ed estetica per utilizzare il country code corrispondente al paese locale ("SM" per San Marino). E' possibile per una organizzazione che operi solamente in un paese utilizzare un country code (o un top level domain) differente.

Le entità multinazionali hanno la scelta di registrare i propri nomi a dominio all'interno dei singoli paesi in cui operano, oppure possono usare un country code (o top level domain) di loro scelta, ed utilizzarlo anche per oggetti che si trovano in paesi differenti.



--------------------------------------------------------------------------------

San Marino, Settembre 2002

Register your domain today

We can customise a solution to fit your business needs.